Come superare i momenti di crisi, stress e paura quando si accavallano gli uni altri altri o si aprono “su più fronti”?

Una delle caratteristiche costanti dei miei clienti del percorso di coaching è che affrontano contemporaneamente momenti di crisi con il loro animale e momenti di crisi familiare, stress in famiglia o paure, preoccupazioni professionali.

La persona si sente, quindi, compressa e “tirata” da più fronti, come se ognuno di questi avessi un potere distruttivo o bloccante, che mantiene la tristezza e lo scoramento in vita anche quando sarebbe il caso di essere più tranquilli, sereni, fiduciosi.

Come trovare la pace interiore e superare i momenti di crisi

Superare i momenti di crisi, stress e paure inizia da una sola e semplice decisione: la volontà. E non parlo di quel voglio che è più un devo, che si dice tanto per sentirsi a posto con la coscienza e per giustificare, agli occhi degli altri, le mezze azioni. Parlo di quella volontà reale, che muove sul serio la persona dentro nuove azioni, che producono effetti sugli elementi di crisi, stress e paura. La volontà è la prima e più importante risorsa che aiuta a superare i momenti di crisi.

Trovare la volontà per superare i momenti di crisi

Vorrei ma…” non è volontà. Ogni qual volta incontri, dentro di te, un “ma….” puoi vedere la spia accesa che ti dice: “non è vera volontà“. La volontà supera i dubbi, i problemi, i blocchi, le assenze e trova il suo modo di manifestarsi. Smettere di sentirsi in confusione, superare i momenti di crisi, accade quando in te c’è abbastanza motivo per desiderare uno stato di vita nuovo. Il punto importante è capire che cosa vuoi, se non vuoi spostarti dalla crisi. Sembra un controsenso, solo in apparenza. Se non vuoi superare i momenti di crisi che stai vivendo, cosa vuoi, invece? Dentro quella parte che trattiene dall’andare oltre i problemi, quali elementi ci trovi o riconosci?

Questo esercizio lo faccio durante le sessioni di coaching e aiuta la persona ad esprimere la voce di tutte le sue parti interiori perché tutte hanno diritto e dignità di espressione. La volontà non si manifesta dentro i “devo“, ma nei “voglio” che sono disposti a diventare “posso” e, quindi, “faccio“.

Il potere di far accadere le cose

Tutto sommato, stare bene o stare male è una sola, singola, decisione.

In qualsiasi momento, dentro qualsiasi conflitto, puoi decidere arbitrariamente di toglierti dalla modalità di dolore e di attivare in te una modalità nuova. Quale essa sia. Non voglio usare termini come “giusta“, “positiva“, “buona” perché anche la modalità di crisi può essere definita così dalla persona che si sente comoda e al sicuro al suo interno. Per quanto ci si sforzi nel raccontarsi come persone aperte al mondo, quando si tratta di cambiare il modo di comportarsi, ci si scontra con l’agire del “ho sempre fatto così“.

Se uno mi insula, mi arrabbio. Se qualcuno mi lascia, combatto. Quando qualcuno sparla di me, attacco o mi chiudo.

La sfida è cambiare modalità di risposta allo stimolo.

Prova ad immaginare, per la situazione che ti mette in crisi, 10 diverse modalità di reazione e comportamento, che potresti attivare. Se non le riesci a riconsocere tutte e dieci, scrivi che cosa ti blocca. Se riesci ad individuarle, metti un punto di domanda al termine di ogni frase.

O, in alternativa, prenota il tuo percorso di coaching con me: insieme superiamo i momenti di crisi, stress, paura e diamo uno spazio ad ogni “argomento”, affinché, nell’ordine, tu riesca comune a vivere la tua vita al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbero interessare anche

error: I contenuti sono protetti