Il viaggio dell’eroe entra nella tua comunicazione, sia che tu ne sia consapevole, sia che tu non lo sia. E sai perché? Perché il viaggio dell’eroe altro non è che un percorso evolutivo di crescita personale.

Lo puoi rintracciare nelle fiction e riguarda tutti i personaggi, indipendentemente dal ruolo. E’ evidente, anche se si svela a piccoli passi, nei profili di tutte le influencer che vogliono proporsi come coach di crescita personale, per accreditarsi nella fiducia come esempio di coraggio, realizzazione, tenacia, successo.

Ogni brand ha una sua narrazione, una sua comunicazione, che emana, enfatizza, richiama passaggi del viaggio dell’eroe. Questo metodo viene usato nel marketing per costruire l’empatia e il rispecchiamento nei clienti o per classificare la fase di vita, nel ciclo di vita, della relazione con il cliente stesso. Oggi vediamo come questo strumento si propaga nei tuoi contenuti anche a tua insaputa.

La crescita nel viaggio dell’eroe

Nel viaggio dell’eroe, la persona affronta diverse fasi di crescita e ognuna di queste fasi è caratterizzata da modi di ragionare, di sentire, di agire o re-agire. Vediamole insieme:

  • INNOCENTE: nutri una grande fiducia “fanciullesca” in tutto e tutti. Pensi che, per il solo fatto che stai creando qualcosa di buono, questo verrà accolto a braccia aperte e troverai tutti disposti ad ascoltarti e a seguirti.
  • ORFANO: qualcosa ti ferisce negli ambiti morali e animici che più contano per te e la tua attività. Ti senti sol*, qualcuno che avrebbe dovuto aiutarti ti gira le spalle, perdi i punti di riferimento, niente di ciò che immaginavi può esistere perché importa solo a te, non agli altri. Hai un grande bisogno di conferme, di amore, di vicinanza ma trovi porte chiuse.
  • VIANDANTE: qualcosa ti spinge a non mollare, ad iniziare una ricerca di senso più ampia e più importante dell’approvazione altrui. Pellegrini di idea in idea, di soluzione in soluzione, di luogo in luogo. Non ti fermi, non trovi tutte le risposte. Trovi aiuti e conflitti, sfide da affrontare.
  • GUERRIERO: Decidi che quello per cui stai combattendo vale la pena e non lasci che le intemperie della vita ti abbattano. Decidi il tuo percorso, scegli come svilupparlo, quali azioni, cosa conquistare. Raduni il tuo esercito o acquisisci il comando di uno che ha bisogno di una guida e che vuole essere condotto verso l’obiettivo che hai scelto.
  • SOVRANO: Dopo aver affrontato tante sfide, dopo aver rischiato più e più volte la morte delle idee, dei progetti, delle possibilità, realizzi quello che desideri. Il tuo successo viene consacrato nel tuo regno di appartenenza.
  • MAGO: La tua maturità è evoluta in capacità di sublimare emozioni, interessi, relazioni e di amministrare l’alchimia dello stare al mondo con efficacia.
  • FOLLE: Dopo tanta serietà, forte delle tue consapevolezze, conquiste, evoluzioni e trascendenze, ritorni, rinforzat*, nel mondo del possibile e ti avvii verso una leggerezza nuova.

Le parole nel viaggio dell’eroe

  • INNOCENTE: io piaccio a tutti, tutto va bene, sono amato, sono felice
  • ORFANO: tu mi hai tradito, nessuno mi ama, tu mi hai ferito
  • VIANDANTE: non so più chi sono, semino ma non raccolgo, sto cercando una via
  • GUERRIERO: non te lo permetto più, mi faccio rispettare, tu sei il nemico
  • SOVRANO: questi sono i confini, sono responsabile di quello che scelgo
  • MAGO: ci sono nuove vie per raggiungere l’evoluzione, tutto cambia, queste emozioni mi possono portare altrove
  • FOLLE: io so che tu sai che non so ma io so che tu non sai che io so

I bisogni emotivi nel viaggio dell’eroe

INNOCENTE: essere amato
ORFANO: essere compatito
VIANDANTE: essere accolto
GUERRIERO: essere nel giusto
SOVRANO: essere responsabile
MAGO: essere riconosciuto
FOLLE: essere libero

Qual è la fase che emerge dalla tua comunicazione?

Una cosa importante da sapere è che l’eroe, nel suo viaggio, può accedere al livello successivo di crescita solo dopo aver esplorato in maniera completa il ruolo nel quale si trova ora.

Un orfano, cioè, non può diventare sovrano se prima non è stato viandante e guerriero. Un innocente non può diventare un orfano se non è stato tradito laddove per lui/lei è vitale. Ogni passaggio porta con sé delle sfide e ogni sfida è importante per la crescita psicologica del personaggio. Se certe lezioni non sono state apprese veramente, non sarà possibile evolvere.

Per concludere, ti lascio tre domande per riflettere sulla tua comunicazione e sul viaggio dell’eroe che stai interpretando:

  • In base a quello che vedi di te in questo momento, in quale fase del viaggio ti trovi?
  • Come può, la fase in cui sei, diventare un valore aggiunto nella tua promozione ora?
  • Quali passaggi ti mancano per evolvere nello step successivo, a livello di comunicazione?

Per lavorare sul tuo storytelling, visita la sezione SERVIZI del mio sito oppure il corso full immersion HYPPOTELLING.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche