Comunicazione digitale & Marketing Online

5 idee per promuovere il tuo centro equestre

Oggi ti regalo cinque idee per promuovere il tuo centro equestre! Se hai letto il precedente articolo sulla digitalizzazione negli agribusiness e affini, ti ricorderai di certo dei punti salienti.

Il mondo agrario, agricolo, zootecnico, di allevamento e turismo correlato si sta muovendo lentamente verso il digitale. Per quanto l’online rappresenti una grande opportunità per chi lavora nella natura e con gli animali, questa è ancora un’isola con bassa concorrenza di qualità relativa la vendita online dei servizi equestri. Questo significa che ad oggi (settembre 2021), hai ancora molto spazio per proporti, promuoverti e crescere nel tuo modello di business portando vision e mission ai suoi massimi livelli di espressione.

Prima di procedere con la lettura, ti invito ad iscriverti alla newsletter “Cambiamento Naturale” per ricevere, una tantum, delle lettere ispirazionali attraverso cui avviare il tuo cambiamento nella promozione.

.

Il sito web: la base per promuovere il tuo centro equestre

Dando per assodato che il tuo sito web dovrebbe essere accessibile con una navigazione facile su tutti i dispositivi digitali, ti invito a guardare la tua vetrina digitale come un vero e proprio punto informativo e negozio/biglietteria.

Questo significa che puoi sederti e osservare la struttura, le informazioni, i testi del tuo sito web e, mettendoti nei panni del cliente, chiederti se davvero tutte le informazioni che lui cercherebbe, ci sono.

Per agevolarti in quest’analisi, ti invito a rispondere a queste domande:

  • Se non mi conoscessi, capirei subito che cosa posso comprare qui?
  • Se non mi conoscessi, capirei subito che tipo di esperienza diversa (e perché è diversa) è disponibile qui?

Altra cosa importante: se il mio sito web fosse un negozio, le persone cosa potrebbero acquistare facilmente? Trekking a cavallo? Pacchetti lezioni? Esperienze a terra anche diverse dall’equitazione tradizionale? Servizi di intrattenimento per bambini? Pet Therapy?

E infine, se volessero effettivamente acquistare, potrebbero farlo subito? Ovvero, nel tuo sito è presente una soluzione che permetta all’utente di selezionare l’esperienza che vuole vivere, di prenotarla e di acquistarla subito?

Sai che questo ti permetterebbe di gestire i flussi e gli incassi 7su7… mentre sei a cavallo e ti diverti facendo il tuo lavoro?

Un sito web ha bisogno di traffico. A meno ché il tuo non sia punto di riferimento di grandi eventi di settore organizzati di frequente, per avere traffico utile ti serve un blog.

Innanzi tutto perché ti serve traffico?

Il traffico online è l’insieme delle persone che scoprono per caso o navigano per scelta nel tuo sito e, se sono dentro al tuo sito, sono un passo più vicine a diventare tue clienti. Soprattutto se restano al suo interno per più di due secondi.

Google, il motore di ricerca digitale più importante, premia i siti che vengono considerati utili dagli utenti e visitati con migliori posizioni negli output di ricerca.Un sito web che non ha traffico, non ha nemmeno potenziali clienti.

Google Trends e i dati sulle ricerche dei clienti verso i servizi con i cavalli

Uno strumento gratuito ed utile per costruire traffico è Google Trend cioè l’analizzatore delle query di ricerca in Google effettuate dagli utenti nel motore di ricerca stesso, nei 12 mesi precedenti.

Praticamente Google ti mette a disposizione, in maniera retroattiva, i dati su cosa le persone normali hanno cercato dentro di lui, con che frequenza, in che zone e con che argomenti correlati.

Una volta stabilito che cosa sta cercando il tuo pubblico rispetto ad un dato argomento, potrai costruire dei contenuti ed inserirli nel grande calderone Google utilizzando proprio quelle parole chiave che gli utenti stessi ti hanno detto sono di loro interesse.

Per esempio, in queste due immagini vedi che ci sono delle impennate nei volumi di ricerca e delle crescite.

Se lavori con i cavalli mediante lezioni di equitazione, sapere che la gente cerca “maneggio cavalli vicino a me”, per esempio, ti permette sia di lavorare sulle parole chiave del tuo sito, sia sui contenuti del blog. Poi andare a geolocalizzare ancora di più la ricerca inserendo il nome della tua località, in modo tale da selezionare a monte il tuo pubblico (questo ti evita prenotazioni da persone di Trento se il tuo maneggio è a Siracusa e loro non sono in vacanza!).

Se, invece, hai un approccio etico all’equitazione, un ottimo articolo per il tuo blog potrebbe essere dato dalla differenza fra il lavorare con o senza finimenti, con o senza morso. Oppure potresti spiegare perché e in quali situazioni il morso aiuta.

Motore di ricerca You Tube

You Tube è un altro motore di ricerca di Google ed è molto più gettonato per le video-lezioni o video-consulenze dai centri equestri. Troviamo una marea di video dove viene mostrato sia l’ABC del montare a cavallo, sia le gare ippiche sportive, sia i trekking e i cavalli in libertà.

Qui la domanda fondamentale è: che contenuti di valore puoi costruire e divulgare per raccontare la bellezza e la professionalità del tuo lavoro?

Perché su You Tube non ci si diverte più. Si fa formazione, informazione, politica. I video sono costruiti per raccontare competenze, per insegnare qualcosa passo passo. L’intrattenimento si è spostato su Tik Tok e su Instagram, via Reels. Quindi, se decidi di avviare un canale You Tube, devi avere qualcosa da dire con una frequenza ritmata… altrimenti il canale non parte e YT penalizza i tuoi contenuti.

Funnel di vendita per promuovere il tuo centro equestre

I funnel sono i percorsi di Pollicino che portano una persona a sperimentare la tua attività prima gratuitamente e, via via, pagando un prezzo sempre maggiore per accedere a servizi di livello sempre superiore.

Per esempio un funnel è: incontro gratuito, percorso base, percorso intermedio, percorso avanzato, certificazione. Oppure può essere: webinar gratuito, libro, incontro in presenza esclusivo, academy, percorso individuali ultra speciali.

I funnel nascono individuando benissimo il problema del tuo target e si sviluppano con una landing page, una lista e-mail, delle esperienze centellinate in presenza (online o di persona) fino all’acquisto finale. Sono utili per fare grandi numeri a patto che vi sia un investimento strategico ed analitico a monte ed un budget poderoso a margine per spingerne la promozione.

Con i funnel massimizzati lavori sui grandi numeri, non nell’uno a uno. I funnel base ti promettono grandi risoluzioni di problemi MA forniscono, come risposta, pillole di soluzioni per invogliarti a comprare ancora. Si basano sull’acquisto fidelizzato del cliente.

La tua mission divulgata con i contenuti divertenti

Il pubblico digitale attuale vuole svago, intrattenimento, rapidità di accesso, esperienze digitali immersive, suggestive. Da un reel si aspetta un’emozione, una risata, uno stupore, una tenerezza, una meraviglia. Instagram e Tik Tok sono diventati il regno dell’intrattenimento home made dove vince chi è più originale ed extra-ordinario.

Come può, il tuo centro equestre, utilizzare questi canali per raccontare la tua mission? Per esempio raccontando la quotidianità con i cavalli. Sono animali e, come tali, hanno le loro goffaggini, le loro tenerezze, i momenti di energia pura, la testardaggine e molto altro. L’empatia con gli animali nasce facilmente. A te resta solo il compito di raccontare con ironia o con leggerezza l’impegno costante che metti nel tuo lavoro. Tutto il resto, se tocchi i tasti emotivi giusti, lo fa il pubblico. Buon lavoro!

Ti potrebbero interessare anche